Marketing Caos

Chi sono

Michele Prati
Media Consultant - Programmatore - Project Manager - Social Media Manager - Marketing - Advertising
Contattatami>

Commenti Recenti

  • Laura Valbonesi
    5 mesi ago On:
    Il GDPR ha rotto il ca… "Io punto tutto sul più insospettabile: il fruttarolo! Perché se non ricevi mai pubblicità sulla ... "
  • Thomas Altini
    11 mesi ago On:
    L’imprenditore scappato di casa "Ahahah...i tuoi racconti sono perfetti...identificano la pura verità arricchiti da una sottile e ra... "
in Storie di Marketing

Il Sito Sgarruppato

Oggi ci divertiamo un po’. Prendiamo un testo classico e lo adattiamo. Stravolgiamo il pezzo geniale di “Io speriamo che me la cavo”

Tema: Descrivi il tuo sito

Il mio sito è tutto sgarrupato, le immagini sono sgarrupate, i testi sgarrupati, la grafica sgarrupata. Però ce lo teniamo lo stesso, perché è il sito mio, e soldi non cene stanno.

Il commercialista dice che il Terzo Mondo non tiene neanche il sito sgarrupato, e perciò non ci dobbiamo lagniare: il Terzo Mondo è molto più terzo di noi!

Ora che ci penso, il sito mio non c’è male come vediamo il sito mio!
Noi lavoriamo una schifezza, ci sputiamo in faccia l’uno con l’altro a chi deve mangiare, e vestiamo con le pezze dietro. Io sono il più pulito di tutti, perché riesco a entrare nella bagnarola.
Ieri habbiamo messo il campanello nuovo.

Quando i miei clienti mi vengono a trovare, ridono sempre del sito mio tutto scassato, però poi alla fine ci giocano sempre con le mie galline!
Io voglio bene al mio sito sgarrupato, mi ti ci sono affezzionato, mi sento sgarrupato anch’io!
Se però vincerò la schedina dei miliardi, mi comprerò un sito tutto nuovo, e quello sgarrupato lo regalerò a Pasquale.

 

Il testo originale del libro: Io speriamo che me la cavo

Descrivi la tua casa

La mia casa è tutta sgarrupata, i soffitti sono sgarrupati, i mobili sgarrupati, le sedie sgarrupate, il pavimento sgarrupato, i muri sgarrupati, il bagnio sgarrupato. Però ci viviamo lo stesso, perché è casa mia, e soldi non cene stanno.
Mia madre dice che il Terzo Mondo non tiene neanche la casa sgarrupata, e perciò non ci dobbiamo lagniare: il Terzo Mondo è molto più terzo di noi!
Ora che ci penso, a casa mia non c’è male come viviamo a casa mia! In un letto dorme tutta la famiglia, e ci diamo i cavici² sotto le lenzuola del letto, e così ridiamo. Se viene un ospite e vuole dormire pure lui, noi lo cacciamo di casa, perché posto non cene stà più nel letto: è tutto esaurito!
Noi mangiamo una schifezza, ci sputiamo in faccia l’uno con l’altro a chi deve mangiare, e vestiamo con le pezze dietro. Io sono il più pulito di tutti, perché riesco a entrare nella bagnarola.
Ieri habbiamo messo il campanello nuovo.
Quando i miei amici mi vengono a trovare, ridono sempre della casa mia tutta scassata, però poi alla fine ci giocano sempre con le mie galline!
Io voglio bene alla mia casa sgarrupata, mi ti ci sono affezzionato, mi sento sgarrupato anch’io!
Se però vincerò la schedina dei miliardi, mi comprerò una casa tutta nuova, e quella sgarrupata la regalerò a Pasquale.

 

Medito gente. Medito.

Autore: Michele Prati.
Ogni condivisione, like o commento è sempre ben accetto, ma se dovete insultare, andate da un’altra parte.
Non hai ancora commentato o condiviso? Come ti permetti?? Corri e poni subito rimedio! Mi raccomando… ci conto! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *